Consigli per un uso corretto

polline-di-apiPremetto che il polline, così come lo consegnamo noi, è un alimento vero e proprio. Consigliamo per le prime volte di non superare la dose di venti/trenta grammi al dì (un cucchiaio da minestra), per capire come il nostro corpo reagisce. Poi si può aumentare leggermente, alcuni atleti arrivano anche a 250g/dì visti gli sforzi fisici a cui si sottopongono. Il gusto è normalmente molto piacevole, però se viene assunto puro, essendo molto consistente, impasta molto la bocca diventando difficile da mandare giù. Consigliamo quindi di assumerlo con della frutta fresca, sulla macedonia (ideale perchè così apportiamo anche delle fibre), nello yogurt, nel latte ecc…
I liquidi non devono superare i 40°C, altrimenti sciupiamo buona parte delle sostanze contenute nel polline.

Composizione di una sana prima colazione

macedonia_frutta_frescaDopo aver sottolineato la forte sinergia tra la frutta e il polline, consiglio di far colazione con frutti consumati sotto forma di macedonia o assunti singolarmente. Un frutto di stagione o due frutti esotici, uno o due cucchiai grandi di polline e una-due tazze di tè verde costituiscono una colazione che:
- elimina qualunque ipoglicemia mattutina
- ristabilisce un buon transito intestinale
- ricarica l’organismo di micronutrienti
- ricostituisce una buona flora intestinale.
Anche il miele può essere aggiunto alla frutta.
N.B.- Il polline che accompagnerà la frutta deve essere scongelato almeno la sera prima.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>